Edizione 2020

Anche l’edizione 2020 si è conclusa con successo  superando di slancio le difficoltà legate alla pandemia . La mancata partecipazione di artisti di provenienza nazionale ed estera, a seguito delle limitazioni imposte dal Covid, non ha inciso sulla qualità creativa ed artistica della manifestazione che ha dato  spazio ai pittori di casa nostra, con la sola eccezione dell’artista veronese Francesca Vicentini che ha realizzato un magnifico dipinto equestre su un edificio che si affaccia sulla strada provinciale. Dipinto dal soggetto faunistico anche per la giovanissima Anita Cantoni alle prime esperienze di dipinti su parete, che ha realizzato la sua opera sulla facciata di una delle case di vicolo Ere.

In via Dosso , due belle rappresentazioni di vita famigliare ad opera di Mara Piccini e Alessia Giori, mentre in via Garosio il fumettista Alessandro Primerano si produce anche quest’anno in un’interpretazione della realtà moderna con una parodia della quotidianità 2020. Nella parte  alta del paese, fra le case di via Passerini adiacenti all’abitazione dove era nata la moglie del pittore Edoardo Togni, Nicola Laffranchi ha ripreso il dipinto realizzato qualche anno fa, metafora della sua famiglia ora allargata, mentre Marino Gabusi in collaborazione con Angela Cerqui ha decorato un’intera facciata

Quest’anno ha trovato  spazio anche la cosiddetta Land Art che ha visto all’opera Chiara Tadini , che ispirandosi al al famoso artista  Christo, recentemente scomparso, ha rivestito degli alberi con  panni colorati,  creando vivaci ed interessanti effetti. Un ringraziamento a tutti gli Artisti che hanno volontariamente partecipato all’ iniziativa ed ai proprietari delle abitazioni che hanno dato la disponibilità per la realizzazione delle opere.